“Nella laica e disperata speranza di rivederti ancora” (Lettere inedite di Claudio Di Felice – 9)

crisLa commovente storia del signor Claudio Di Felice la trovate qui.
Questa è la nona di tredici lettere inedite. Le lettere unoduetrequattrocinquesei , sette e otto .

24 Luglio ’97
Cristina, mia e nostro Amore,
non volevo turbare il tuo sonno, e te ne chiedo scusa e perdono, ma dovevo e non posso fare altrimenti:
Oggi
nel succedersi sordo e grigio delle mie giornate, cade il tuo Onomastico.
Il PRIMO che non abbiamo trascorso insieme dopo quasi 41 anni.
Il PRIMO a 140 giorni da quando ci hai lasciato.
Scusa e perdono chiedo ancora, per altri auguri, che a Te nata l’8 marzo dovevo e non ho fatto in quel giorno maledetto…
che ha visto aprirsi e chiudersi la Tua Tomba
che ha visto l’alba di un compleanno incompiuto
che ha visto la festa delle donne, di tutte le donne, ma non la tua.

Oggi, 24 luglio 97
Santa Cristina
nella laica e disperata speranza di rivederti ancora, muto alla gola nella stretta di un nodo che non mi dà pace, ti abbraccio forte forte e ti porgo i migliori auguri
per quel giorno…
per oggi
per sempre
Ora, in attesa di quello che entrambi sappiamo, riposa, dormi, sogna e vola serena. Potrai pensarmi?
Per quanto mi riguarda, hai mai visto una candela all’alba?
Così inizio e termino i miei giorni, attendendo per la notte la mia fiamma e la luce del tuo sorriso, dei tuoi occhi, del tuo ricordo.
Ancora Auguri Amore. Tuo Claudio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...